Jeans Religion: la tendenza strong della Primavera Estate 2015

Conquista di tutte le passerelle, esultano gloriosi i capi in jeans come eroi indiscussi della stagione calda, la Primavere Estate 2015. Gucci e Michael Kors propongono il jeans in versione ufficio, proponendo interi outfit tra l’elegante e il casual: in stile divisa casual per il primo, la proposta d’interi completi giacca e pantalone; in elegante contrasto, impreziosito da inserti in pelle per il secondo. Bottega Veneta interpreta abiti bon ton in una versione del tutto insolita e inaspettata del tessuto De Nime, che da pesante e resistente texture da lavoro si trasforma in tessuto delicato, leggero per creare abiti femminili e di carattere.

Gucci - Runway - Milan Fashion Week Womenswear Spring/Summer 2015

url-5Bottega

Stupefacente e meravigliosamente nuova, la lettura indie di Etro. Un accostamento di giacchetti di jeans che vanno davvero oltre il tradizionale e lo scontato, impreziositi da profili e inserti, sulla classica linea anni ’80 ’90, da indossare con gonne hippy-chic nei tessuti leggiadri, colorati e fantasiosi come foulard indù dai disegni esotici.

Etro

Alberta Ferretti sperimenta felicemente l’accostamento con tagli a vivo per creare disegni floreali sulle lunghe gonne abbinando l’emblematico chiffon e creando un effetto nude-look a contrasto e una continuità tra pesi diversi, assolutamente riuscito.

url-2

Eroiche le donne della maison Veronica Branquinho, le nuove Giovanne d’Arco in penitenza, si ornano di corde clericali in vita sulle lunghe gonne di jeans a tunica, vestono camicette sobrie scamiciate con piccoli accenni di ruches, e ornamenti sulle braccia legati addosso, al posto delle maniche, creando un carisma sommesso e attuale.

Branquinho-S15-033_oggetto_editoriale_720x600

Protagonisti indiscussi della celebrazione del jeans sono i camicioni, da portare anche con leggins in rete e pantaloni capri, così come le salopette in tutte le salse ritornano a gogò. I pantaloncini shorts a vita alta, in una versione più bohemien, cortissimi e audaci, saranno invece relegati al pubblico più giovane e sexy, senza le sfrangiature che hanno fatto storia nel biennio precedente, piuttosto con risvolti, vestibilità più comode o lunghi al di sotto del gluteo.

Il trend anni ’70 riporta inoltre in voga il jeans a zampa d’elefante, anche se a vita alta. Diverrà immancabile pezzo basico per le stagioni a venire.

url-3

url